lunedì 25 settembre 2017

Profeticamente

Elles Bailey, ventottenne inglese di Bristol, ha esordito quest'anno con l'album "Wilfire": è andata a registrarlo negli U.S.A., a Nashville... e si sente. In tenera età Ellis soffrì di una grave infezione delle vie respiratorie, da cui guarì con l'esito di una voce alterata che fece dire al suo medico, profeticamente: “Se un giorno Elles deciderà di cantare, avrà uno splendido timbro blues”. Per giudicare come poi è andata, ecco "Wildfire", la title track.



Ellis Bailey - "Wildfire" (dall'album omonimo, 2017)

giovedì 21 settembre 2017

L'altra Grace


Margaret Atwood - L'altra Grace / Alias Grace (1996)



Nota dell'autrice, posta a fine romanzo: "Alias Grace è un'opera di finzione, pur se basata su eventi reali. La protagonista, Grace Marks, condannata per omicidio a sedici anni, fu una delle donne più note e chiacchierate del Canada verso la metà dell'Ottocento". (Sedici anni - va chiarito - era l'età di Grace Marks al momento del delitto; condannata a morte, ebbe poi commutata la pena in ergastolo.)
Nell'intento di approfondire l'intricata personalità della protagonista, Margaret Atwood dà molto spazio all'esplorazione della sua sanità mentale, al tempo condotta anche con tecniche psichiatriche d'avanguardia. Ma la storia principale, di per sé interessante e ben raccontata, si disperde a tratti in rivoli collaterali alquanto fantasiosi, tali da mettere in crisi la - cosiddetta - sospensione dell'incredulità del lettore.

lunedì 18 settembre 2017

Inno e commiato

Poco prima della morte, nel maggio scorso, alle soglie dei settant'anni, il grande Gregg Allman ha inciso l'ultimo album, "Southern Blood". Pochi giorni fa è uscito il videoclip di uno dei brani, dal titolo molto significativo, "I Love the Life I Live", un inno alla vita con commiato finale.



Gregg Allman - "I Love the Life I Live" (da "Southern Blood", 2017)

giovedì 14 settembre 2017

Mia madre è un fiume


Donatella Di Pietrantonio - Mia madre è un fiume (2011)



Primo romanzo di Donatella Di Pietrantonio. Assistendo la madre con demenza senile, una figlia rievoca assieme a lei il passato. “Mia madre è un fiume di vecchi ricordi salvati, che ripete a tutti. Ci si afferra forte perché la sua storia non deflagri. Restano pochi, adesso. Mi occupo della supplenza, sono il suo scriba.” Pochi ormai i ricordi della madre, quelli della figlia si affastellano, quasi senza respiro. Nel suo ultimo romanzo, “L'Arminuta” (2017), Donatella Di Pietrantonio ha poi lavorato a togliere, migliorandosi sensibilmente... tanto da vincere il prestigioso premio Campiello.

lunedì 11 settembre 2017

Chi si rivede!


A ventidue anni dall'esordio
(ragazzi, come passa il tempo)
e a quattro dall'album precedente,
guarda un po' chi si rivede, Jonny Lang!



Jonny Lang - "Stronger Together" (da "Signs", 2017)

giovedì 7 settembre 2017

Le Marlboro di Sarajevo


Milienko Jergović - Le Marlboro di Sarajevo / Sarajevski Malboro (1994)



Milienko Jergović - nato a Sarajevo nel 1966 - ha pubblicato questa importante raccolta di racconti nel 1994, a guerra balcanica in corso. Qualche anno dopo gli è stato chiesto: “Per chi ha scritto Le Marlboro di Sarajevo?” Risposta: “Sostanzialmente per me stesso e per una ristretta cerchia di amici. Questo libro rappresentava un tentativo di salvare l'identità, nel momento in cui sembrava che la Bosnia, e con lei Sarajevo, fosse condannata a morte. Pensavo: se dovesse scomparire proprio tutto, dovrà pur esistere un luogo - in questo caso il libro - nel quale sia possibile mettere in salvo un mondo. Almeno sotto forma di illusione.”

lunedì 4 settembre 2017

Il ragazzo ci sa fare


Classe 1999,
il ragazzo ci sa fare



Quinn Sullivan - "Midnight Highway" (dall'album omonimo, 2017)

giovedì 31 agosto 2017

Proleterka


Fleur Jaeggy - Proleterka (2001)



Proleterka è una nave. A bordo, in crociera nel Mediterraneo, un padre e una figlia, che si conoscono ben poco. Il viaggio è breve, ma quello di lei continua anche dopo: verso le sue origini.
Un romanzo senz'altro apprezzabile, questo di Fleur Jaeggy, con qualche riserva per la chiusura, un po' frettolosa.

lunedì 28 agosto 2017

In grandissima forma


Robin Beck
americana, anni 62,
un nuovo album in uscita,
è tuttora in grandissima forma



Robin Beck - "Love Is Coming" (dall'album omonimo, 2017)

giovedì 24 agosto 2017

Il vaccino non è un'opinione


Roberto Burioni - Il vaccino non è un'opinione (2016)



Ottimo testo di divulgazione scientifica, utile a chi vuol sapere di più sull'argomento e magari sciogliere qualche dubbio. Sarebbe molto consigliabile ai "contrari alle vaccinazioni"... che però non ascoltano le voci autorevoli preferendo dar credito ai ciarlatani.

lunedì 21 agosto 2017

Proprio forti


Trio di Nashville,
quinto album in uscita,
genere "psychedelic soul",
questi SIMO sono proprio forti



SIMO - "People Say" (sarà in "Rise & Shine", 2017)

giovedì 17 agosto 2017

I giorni di scuola di Gesù


J. M. Coetzee - I giorni di scuola di Gesù / The Schooldays of Jesus (2016)



Quarta di copertina: "Romanzo misterioso e sapiente su ciò che significa crescere e imparare, sull'essere genitori e sull'essere figli, sul conflitto eterno tra l'emozione e l'intelletto." Ho sempre apprezzato molto Coetzee (otto precedenti letture), ma non questa volta: troppi misteri in questo suo romanzo misterioso.

lunedì 14 agosto 2017

Brava oltre che bella


Lindsay Ell
canadese ventottenne
cantante-chitarrista-compositrice
è decisamente brava
oltre che bella



Lindsay Ell - "Waiting on You" (da "Worth the Way", 2017)

giovedì 10 agosto 2017

La città invincibile


Joseph O'Neill - La città invincibile / Netherland (2008)



New York: una città colpita al cuore, che vacilla e poi rinasce. Hans e Rachel: una coppia infiacchita, che si perde e si ritrova. In mezzo al guado, la sopravvivenza, fatta di umanità varia e di un'amicizia memorabile: basta guardarsi intorno e aprirsi all'altro - è ovvio, ma O'Neill fa bene a ricordarlo - per riempire il vuoto e trovare insieme la forza per raggiungere finalmente la sponda sicura.

lunedì 7 agosto 2017

Carina e carino


Carina la canzoncina
e carino pure il video



GospelbeacH - "Kathleen" (da "Another Summer of Love", 2017)

giovedì 3 agosto 2017

Per le antiche scale


Mario Tobino - Per le antiche scale (1972)



Psichiatra di professione, Tobino riversa in questo romanzo la sua lunga esperienza. In questi due passi coglie il cambio di atteggiamento - il prima e il dopo - nei confronti del malato di mente: 

A quel tempo la follia non era ovattata, dissimulata, intontita, mascherata, camuffata come oggi con gli psicofarmaci. La follia esplodeva uguale a un vulcano. Nei cameroni - nudi o malamente coperti da una camicia sdrucita - urlavano i matti, in parte legati con le cinghie ai braccioli del letto. Le risse tra loro frequenti, le aggressioni agli infermieri giornaliere. Le pareti squallide, color dell'osso morto; i tavoli inchiodati al pavimento; le finestre con le sbarre, le porte chiuse a tre mandate. Nel silenzio della notte arrivavano i lamenti, le sorde imprecazioni, i suoni di bestiale disperazione.”

“Gli anni trascorrono. I manicomi, da secoli bui e immobili, castelli impenetrabili, aprono spiragli, inferriate si sminuzzano come denti marci, pareti crollano giù. Sono arrivati nuovi medicamenti e insieme la fiducia, la speranza, un corteo di nuovi metodi, soffi, venti di libertà.”

lunedì 31 luglio 2017

Buona la prima!


Riecco i Bastard:
in attesa del nuovo album
previsto per il prossimo autunno
si può senz'altro dire... buona la prima!



The Bastard Sons of Dioniso - "Non farsi domande" (2017)

giovedì 27 luglio 2017

Le relazioni lontane


Carlos Fuentes - Le relazioni lontane / Una familia lejana (1980)



Rispetto ai più noti La morte di Artemio Cruz (1962) e Gli anni con Laura Díaz (1999), Le relazioni lontane è decisamente più ostico, farraginoso. Tra i molteplici temi vi è quello della distorsione progressiva di una storia tramandata: nel romanzo, il protagonista Hugo Heredia racconta a tale Branly, che poi racconta all'amico Fuentes, che racconta al lettore... ognuno mettendoci del suo. Già prima di aggiungere il proprio contributo, Fuentes si esprime così: “Quando Branly terminò il suo lungo racconto delle parole di Hugo Heredia a Xochicalco durante la vigilia di Ognissanti, il suo significato ultimo, come un pezzo di carta gettato in mare, tardò ad affondare nel profondo della mia coscienza; doveva ancora impregnarsi di acqua e di sole, di vapori di iodio e di sale, e di quanto ci permette di trasformare quello che si dice e quello che si sa in qualcosa di più: il destino che ogni parola racchiude ma che, pure, annuncia profeticamente”. Parole da grande scrittore, non v'è dubbio: ma pure il significato ultimo del romanzo, come un pezzo di carta gettato in mare, sta tardando molto ad affondare nel profondo della mia coscienza...

lunedì 24 luglio 2017

Sembrano il doppio


Sono due,
basso e batteria,
ma sembrano il doppio



Royal Blood - "I Only Lie When I Love You"
(da "How Did We Get So Dark?", 2017)

giovedì 20 luglio 2017

L'ultima notte


James Salter - L'ultima notte / Last Night (2005)



Dieci racconti, discreti. In prima di copertina - dove dovrebbero stare sempre e solo autore, titolo ed editore - si legge: "Freddo, elegante, implacabile". Ecco, concordo soprattutto sul freddo.

lunedì 17 luglio 2017

Esce il 21 luglio


Ottavo album per Kenny Wayne Shepherd:
"Lay It On Down" esce il 21 luglio,
"Baby Got Gone" è l'anteprima




Kenny Wayne Shepherd - "Baby Got Gone" (da "Lay It On Down", 2017)

giovedì 13 luglio 2017

Tra loro


Richard Ford - Tra loro / Between Them (2017)



Richard Ford racconta il padre, la madre e se stesso "tra loro": la scrittura è sempre di livello notevole, ma in questo memoir si rivela senz'altro meno coinvolgente di quella del Ford romanziere.

lunedì 10 luglio 2017

Sempreverde

Uscito nel marzo scorso e prodotto da Paul Weller, "Street Rituals", l'ultimo album della band inglese Stone Foundation, contiene questa "Season of Change", impreziosita dalla voce ospite dell'americana Bettye LaVette, settantunenne sempreverde.  



Stone Foundation (feat. Bettye LaVette) - "Season of Change"
(da "Street Rituals", 2017)

giovedì 6 luglio 2017

Vera spazzatura


Margaret Atwood - Vera spazzatura / Wilderness Tips (1991)



Dieci buoni - e talora ottimi - racconti. Nella seconda di copertina dell'edizione italiana (1997) si legge: "Margaret Atwood è considerata la maggior scrittrice canadese vivente"; con Alice Munro nei dintorni l'espressione è forte: "tra le maggiori" sarebbe perfetto, magari togliendo pure la restrizione "canadese".

lunedì 3 luglio 2017

A 8 anni e a 18


Quinn Sullivan a 8 anni...


Quinn Sullivan - "The Thrill is Gone" (2007)


... e oggi, a 18


Quinn Sullivan - "Something for Me"
(da "Midnight Highway", 2016 - video 2017)

giovedì 29 giugno 2017

La caduta delle consonanti intervocaliche


Cristovão Tezza - La caduta delle consonanti intervocaliche / O professor (2013)



Heliseu da Motta e Silva, accademico a riposo di filologia romanza, si predispone a parlare in pubblico nel corso di una cerimonia nella quale sarà insignito di un'onorificenza e dunque riesamina la sua vita, della quale forse dirà qualcosa. Ma i ricordi si affastellano disordinatamente, anche per le sue funzioni cognitive deteriorate, sicché ne esce un lungo monologo contorto, con al centro una moglie, un figlio, un'amante, figure di un lontano passato, e quale condimento diffuso la filologia romanza, che il passato remoto lo ha nella sua stessa essenza: un monologo faticoso da seguire, a tratti irritante, con bagliori fugaci qua e là.

lunedì 26 giugno 2017

Gallesi Feeder


Un brano dei gallesi Feeder:
sta nel loro album 2016, ma il video è recente.



Feeder - "Another Day on Earth"
(da "All Bright Electric", 2016 - video 2017)

giovedì 22 giugno 2017

Blues siberiano


Valentino Corona - Blues siberiano (2017)



Un viaggio a due in treno, dalla Slovacchia a Mosca e poi lungo la mitica Transiberiana fino al capolinea Vladivostok: a conti fatti, andata e ritorno, oltre ventimila chilometri. Il narratore e il compagno Michal procedono veloci, limitando le soste, ma tale percorso una ventina di giorni almeno li richiede: dei due, il primo è più attento ai luoghi e alla storia, il secondo agli incontri occasionali e alla quotidianità; convivere a stretto contatto non è semplice: i due si conoscono poco, hanno età e personalità diverse, l'uno sa di essere “lunatico e irascibile”, l'altro è turbato da una sofferenza a lungo nascosta e ammessa solo tardivamente. Lo scenario principale, il fondale imponente, è la Siberia, con la sua storia segnata spesso da atrocità e le sue lande sconfinate da attraversare: un mondo, specie agli occhi occidentali, per gran parte “inafferrabile, incomprensibile”. Al di là del diario di viaggio, puntuale e peraltro privo di fatti eclatanti, Valentino Corona arricchisce la narrazione con riferimenti storici e letterari, accurati, ed evidenzia particolarmente il lato umano dei personaggi, protagonisti e non, allargando il suo sguardo filosofico da questi all'umanità intera.

lunedì 19 giugno 2017

Ex BC e compagni

Nel 2016 Rich Robinson, Marc Ford e Sven Pipien, ex Black Crowes, hanno dato vita con alcuni compagni d'avventura a The Magpie Salute. Con loro c'era in un primo tempo anche un altro ex BC, il tastierista Eddie Hersch, che però è mancato nel novembre scorso. Ora è uscito il primo album di The Magpie Salute, omonimo: contiene questa "Omission", nuova nuova, e molte cover.



The Magpie Salute - "Omission" (da "The Magpie Salute", 2017)

giovedì 15 giugno 2017

Il sistema periodico


Primo Levi - Il sistema periodico (1975)



“Il sistema periodico” consta di ventuno capitoli, ognuno con il titolo di un elemento chimico. Eppure, avverte l'autore, “questo non è un trattato di chimica: la mia presunzione non giunge a tanto, «ma voix est foible, et même un peu profane». Non è neppure un'autobiografia, se non nei limiti parziali e simbolici in cui è un'autobiografia ogni scritto, anzi, ogni opera umana: ma storia in qualche modo è pure. È, o avrebbe voluto essere, una microstoria, la storia di un mestiere e delle sue sconfitte, vittorie e miserie.” D'altra parte, “che io chimico, intento a scrivere qui le mie cose di chimico, abbia vissuto una stagione diversa, è stato raccontato altrove.” In ogni caso, anche nel trattare delle sue cose di chimico, frammenti del lavoro quotidiano con qualche elemento aggiuntivo - come un paio di racconti, forse inseriti un po' a forza -, Primo Levi si conferma grande scrittore.
Chiude questa edizione una bella intervista che Philip Roth fece a Levi nel 1986, l'anno prima della morte.

lunedì 12 giugno 2017

Preferisco Tramp


A Trump
preferisco Tramp



Mike Tramp - "Coming Home" (da "Maybe Tomorrow", 2017)

giovedì 8 giugno 2017

Io sono con te


Melania G. Mazzucco - Io sono con te Storia di Brigitte (2016)



Melania Gaia Mazzucco racconta la durissima storia - una di tante - di Brigitte Zébé Ku Phakua, una giovane congolese, là perseguitata e violentata, che nel 2013 giunge in Italia e deve poi affrontare un altro lungo periodo oscuro prima di cominciare a vedere la luce. Storia ben raccontata, lettura consigliabile a tutti: sarebbe indicatissima per i razzisti, se leggessero.

lunedì 5 giugno 2017

Metallara delicata


Quale eccezione,
ecco oggi una bella cover:
il brano è dei Pink Floyd, del 1979,
la band, perlopiù metallara ma qui delicata,
si chiama Bobaflex ed è americana, del West Virginia.



Bobaflex - "Hey You" (2017)

giovedì 1 giugno 2017

Il giro del miele


Sandro Campani - Il giro del miele (2017)



Due uomini riprendono un dialogo interrotto da tempo, in una lunga notte. A parlare è soprattutto Davide, che ha certi errori e un amore finito alle spalle, ad ascoltare Giampiero, l'amico di famiglia di vecchia data: è Davide che l'ha cercato e si appoggerà ancora a lui per ritrovarsi, come a un secondo padre.
È un buon romanzo, questo di Sandro Campani: la storia prende e convince per un buon tratto, ma poi si trascina un po' troppo, con la notte lunga che sembra non finire mai: qualche sfrondamento avrebbe senz'altro giovato e un'alba più precoce avrebbe illuminato meglio il tutto.

lunedì 29 maggio 2017

Jack pop clip


Jack
è molto pop
nella sua ultima clip



Jack Savoretti - "We Are Bound" (da "Sleep No More", 2016)

giovedì 25 maggio 2017

L'Italiano


Shukri al-Mabkhout - L'Italiano / The Italian (2015)



La storia ha un inizio promettente, con certi giovani protagonisti impegnati a migliorare le cose nella Tunisia degli anni '70 - '80 - '90, tra i passi avanti di Bourghiba e quelli indietro di Ben Ali. Ma poi prevalgono le vicende private, gli amori soprattutto, con scenette di sesso raccontate fastidiosamente, tipo lui e lei che in partenza “si immergono nel miele dei baci” e poi procedono alla grande fino all'arrivo, anzi alla grandissima essendo “lei la migliore delle puledre, lui il più abile dei cavalieri”. Scivolamenti in basso ripetuti, che dilapidano ogni volta di più quel che c'era di buono.

lunedì 22 maggio 2017

Anteprima

Attivo dal 2001, Jason Isbell sta per dare alla luce - il 16 giugno, con la sua band "the 400 Unit" - il nuovo l'album "The Nashville Sound": il titolo dice già molto, e altro di interessante dice l'anteprima, "Hope The High Road".



Jason Isbell and the 400 Unit - "Hope The High Road"
(sarà in "The Nashville Sound", 2017)

sabato 20 maggio 2017

L'ho amato


Chris Cornell
(20.7.1964 - 17.5.2017)



Audioslave - "Like a Stone" (da "Audioslave", 2002)

giovedì 18 maggio 2017

Materada


Fulvio Tomizza - Materada (1960)



Mi piacciono i percorsi letterari, un libro che stimola la lettura d'un altro. Nel suo recente “La città interiore”, Mauro Covacich parla di vari scrittori triestini, di origine o di adozione, tra cui Fulvio Tomizza: classe 1935, nato a Materada di Umago, nell'Istria allora italiana, Tomizza esordì nel 1960 con questo romanzo, che ha per titolo il nome del suo paese e per sottotitolo “Il dramma della frontiera nell'Istria sconvolta dalla guerra”. Dopo anni di trattative post-belliche, nell'ottobre 1954 la parte nord-occidentale dell'Istria, la “Zona B” del “Territorio Libero di Trieste”, era stata assegnata definitivamente alla Jugoslavia, sicché nei mesi successivi molti istriani avevano optato per il trasferimento in Italia: così i Tomizza, e così i protagonisti di questo romanzo-verità, i Coslovich: un momento di svolta, doloroso e pieno di incognite, che in “Materada” Fulvio Tomizza racconta molto bene.

lunedì 15 maggio 2017

Tinte fosche e tinte morbide


Gli inglesi Creeper,
noti come "horror punk band",
qui associano tinte fosche e tinte morbide



Creeper - "Misery" (da "Eternity, in Your Arms", 2016)

giovedì 11 maggio 2017

Nel guscio


Jan McEwan - Nel guscio / Nutshell (2016)



Il narratore, nel guscio materno, già coglie quel che accade fuori. Miserie umane, soprattutto: un assassinio nei paraggi ed echi di guai lontani. Ma anche un mondo pieno di meraviglie. McEwan racconta tutto, bello e brutto, con arguzia e molta comicità, finalmente dispensata al meglio. Non si può dimenticare in Solar il fiasco del primo registro comico: qui McEwan si riscatta, ampiamente.

lunedì 8 maggio 2017

Lillie e i suoi fratelli


Ha dei buoni aiuti in famiglia, Lillie Mae:
alla chitarra c'è il fratello Frank, al mandolino la sorella Scarlett



Lillie Mae - "Over The Hill and Through The Woods" (da "Forever and Then Some", 2017)

giovedì 4 maggio 2017

La città interiore


Mauro Covacich - La città interiore (2017)



Covacich scrive di sé e della sua famiglia di origine slava - il cognome che iniziava con la K, poi forzatamente modificato -, della sua Trieste - città di confine dalla storia complicata -, di molti personaggi che vi hanno vissuto, letterati soprattutto, da Joyce a Svevo, da Saba a Tomizza... Ogni elemento è interessante, ma si procede per frammenti, spesso staccati l'uno dall'altro. E c'è a tratti un'aria di sfoggio d'erudizione. A questo Covacich professore, allievo di Magris, preferisco il romanziere.

lunedì 1 maggio 2017

Chitarra e voce (più trombetta)



Andrew Combs,
novello John Denver,
in "Rose Colored Blues":
chitarra e voce (più trombetta)



Andrew Combs - "Rose Colored Blues"
(live, 2017 - brano dell'album "Canyons Of My Minds")

giovedì 27 aprile 2017

La malora


Beppe Fenoglio - La malora (1954)



Nel racconto di Fenoglio, schietto e struggente, la miseria nera di tanti, senza speranza, nella provincia italiana di metà novecento, neanche troppi anni fa.

lunedì 24 aprile 2017

Oggi britpop


Con The Kooks... oggi britpop



The Kooks - ""Be Who You Are" (da "The Best Of... So Far", 2017)

venerdì 21 aprile 2017

Pape Satàn Aleppe


Umberto Eco - Pape Satàn Aleppe (2016)



La sapienza e la saggezza di Umberto Eco nelle "bustine" del settimanale "L'Espresso", raccolte e raggruppate per grandi temi: una lettura piacevole e interessante, che può procedere da capo a fondo o a spizzichi, magari alla bisogna.

martedì 18 aprile 2017

Nell'hotel di Caroline


Voce chiara, ottimo sound...
c'è una bella atmosfera nell'hotel di Caroline



Caroline Spence - "Hotel Amarillo" (da "Spades & Roses", 2017)

giovedì 13 aprile 2017

Nostalgia


Ermanno Rea - Nostalgia (2016)



“Questa storia comincia dalla fine; comincia con la morte del protagonista, Felice Lasco, ucciso con due colpi di pistola da colui che, in giovinezza, era stato il suo amico del cuore.”
Questo l'incipit. E così accade che il romanzo, lettura piacevole per un buon tratto, con la sua storia napoletana di colore e malavita disseminata di interessanti note storico-artistiche sulla città, sfoci poi in un'attesa lunga e piuttosto monotona dell'esito preannunciato: due colpi di pistola, ormai senza fremito alcuno.

lunedì 10 aprile 2017

Chitarra vecchia, video nuovo


Per Dan Patlansky
chitarra vecchia, video nuovo



Dan Patlansky - "Sonnova Faith" (da "Introvertigo", 2016 - video 2017)

giovedì 6 aprile 2017

L'Arminuta


Donatella Di Pietrantonio - L'Arminuta (2017)



“Arminuta” sta per “ritornata”, nel dialetto abruzzese, ed è l'appellativo appioppato alla protagonista del romanzo dopo che, allevata fino all'età di tredici anni lontano dalla famiglia d'origine, viene fatta ritornare forzatamente alla base. La storia inizia così e poi si dipana, delicata e profonda, raccontata con cura e misura: Donatella Di Pietrantonio - che non conoscevo prima d'ora - in questo terzo romanzo si rivela bravissima.

lunedì 3 aprile 2017

Quasi quasi la chiamo


Per come lo chiede
quasi quasi la chiamo



Imelda May - "Call Me" (da "Life Love Flesh Blood", 2017)

giovedì 30 marzo 2017

L'Avversario


Emmanuel Carrère - L'Avversario / L'Adversaire (2000)



Una storia incredibile e terribile, tanto più perché vera. A detta del miglior amico, Jean-Claude Romand “era un tipo profondamente gentile”, nel corso dei diciott'anni trascorsi a mentire come un attimo prima di diventare un pluriomicida. Anche i suoi famigliari più stretti avrebbero detto bene di lui se interrogati in tempo. Conosciamo solo in parte noi stessi, davvero pochissimo gli altri.

lunedì 27 marzo 2017

Ma sì, è lui


Nel 2006 fu l'uomo di Amy Winehouse.
Da due anni vive a Gerusalemme.
Di professione fa il cantautore.

Ma sì, è lui: Alex Clare. 



Alex Clare - "Open My Eyes"(da "Tail of Lions", 2016)

giovedì 23 marzo 2017

Come imbalsamare animaletti mutanti


César Aira - Come imbalsamare animaletti mutanti / Varamo (2012)



Romanzo breve aperto a diverse letture, dalla più disimpegnata – possibile sottotitolo “Le strambe avventure del signor Varamo” – alle impegnate fin troppo – “Realtà e finzione”, un sottotitolo, o “Storia kafkiana con metaromanzo”. Divertimento e riflessione comunque si mescolano, leggendo Aira: ha prevalso il primo, per me, la seconda risultandomi spesso un po' troppo contorta e faticosa.

lunedì 20 marzo 2017

Corroborante

La rock band canadese Danko Jones, che porta il nome del suo leader, ha fatto uscire recentemente l'ottavo album in studio, "Wild Cat": questa è la corroborante "My Little RnR".



Danko Jones - "My Little RnR" (da "Wild Cat", 2017)

giovedì 16 marzo 2017

Il pastore d'Islanda


Gunnar Gunnarsson - Il pastore d'Islanda (1936)



Un pastore, con un cane e un montone, peregrina alla ricerca delle sue pecore disperse, nello scenario bianco islandese, nei giorni che precedono il Natale (il titolo originario è “Advent”, Avvento). Una lettura tranquilla, meditativa, capace di allontanare il lettore, almeno per un po', da due compagni tanto abituali quanto sgraditi: la fretta e il rumore.

lunedì 13 marzo 2017

Che vorrà dire?

Dal quinto album in studio della blues&funk band americana "Black Joe Lewis & The Honeybears", ecco "PTP", brano simpatico e video pure... ma PTP... che vorrà dire?



Black Joe Lewis & The Honeybears - "PTP" (da "Backlash", 2017)

giovedì 9 marzo 2017

La paranza dei bambini


Roberto Saviano - La paranza dei bambini (2016)



Piccoli criminali crescono, a Napoli. A capo del gruppo - “la paranza dei bambini” - sta Nicolas Fiorillo, detto “Maraja”, il più determinato degli undici a “fare soldi subito”, così da “appagare ogni desiderio, al di là di qualsiasi bisogno”. Il libro racconta con crudo realismo le gesta dei ragazzini e il loro mondo: il romanziere Roberto Saviano, però, spiace dirlo, non vale il grande giornalista e saggista che Roberto Saviano notoriamente è.

lunedì 6 marzo 2017

Direi dolce


Sdolcinata? Direi dolce.



Julian Lage & Chris Eldridge - "Sleeping By Myself" (da "Mount Royal", 2017)

giovedì 2 marzo 2017

Il respiro


Thomas Bernhard - Il respiro / Der Atem (1978)



In questo pezzo dell'autobiografia - gli altri: “L'origine”, “La cantina”, “Il freddo”, “Un bambino” - Thomas Bernhard racconta la malattia patita a diciott'anni, una grave pleurite che lo ridusse in condizioni critiche e dalla quale si riprese lentamente, avendo allora molto tempo a disposizione per pensare e per leggere. Per pensare: “Raramente in vita mia prima di allora, ma raramente anche dopo, ho fatto un uso così intenso e vantaggioso della possibilità di riflettere del tutto indisturbato per giorni e giorni, per settimane e settimane, sul passato e sul futuro, e raramente ho saputo trasformare una simile riflessione in una vera e propria speculazione intellettuale”. Per leggere: “Ogni giorno ero in compagnia dei miei libri, i miei amici più intimi e più cari. (…) Con la lettura ho gettato un ponte sugli abissi aperti e sono riuscito a salvarmi da stati d'animo che portano solo alla distruzione”. Una malattia può abbatterti. Una malattia può farti crescere.

lunedì 27 febbraio 2017

La terza traccia

"The Pretty Reckless", la band hard rock fondata nel 2007 da Taylor Momsen, cantante oltre che attrice e modella, ha pubblicato nell'ottobre 2016 il terzo album in studio, "Who You Selling For": questa è "Take Me Down", la terza traccia.



 The Pretty Reckless - "Take Me Down" (da "Who You Selling For", 2016)

giovedì 23 febbraio 2017

La fine della storia


Luis Sepúlveda - La fine della storia / El fin de la historia (2016)



Quella che finisce, nel 2010, è la storia iniziata nel romanzo “Un nome da torero”, del 1994, con lo stesso protagonista Juan Belmonte che, decenni dopo, si ritrova ancora dentro un intrigo legato alle vicende politiche cilene e internazionali degli anni settanta: un thriller, dunque, con spostamenti convulsi e sparamenti vari, e appena un piccolo spazio per la vita sentimentale di Belmonte. Il romanzo del '94 appariva concluso: ora quest'altra fine della storia appare superflua.

lunedì 20 febbraio 2017

Ritmica decisa


Quarto album (27.1.2017) per Deaf Havana,
band inglese (del Norfolk) dalla ritmica decisa.



Deaf Havana - "Trigger" (da "All These Countless Night", 2017)

venerdì 17 febbraio 2017

mercoledì 15 febbraio 2017

Intorno al mondo


Laurent Mauvignier - Intorno al mondo /  Autour du monde (2014)



L'11 marzo 2011, a Fukushima - Giappone, un immane disastro fu prodotto da cause naturali, terremoto e maremoto, e umane, dato l'innesco successivo di incidenti nucleari in una centrale posizionata male e governata peggio. In quegli stessi giorni nel vasto mondo accadevano una miriade di altri sconvolgimenti, chiaramente su scala assai più ridotta: Mauvignier ne racconta quattordici, con ministorie ambientate - appunto - in diversi angoli del pianeta. È un grande scrittore, Mauvignier, e lo si legge sempre con molta partecipazione: bisogna però dire che questa volta il suo giro “intorno al mondo”, con toccate di miserie umane e fughe a ritmo frenetico, stordisce parecchio, oltre che intristire sempre più, di ministoria in ministoria.

lunedì 13 febbraio 2017

Disegnare atmosfere

Cantautrice australiana, classe 1996, Cloves - all'anagrafe Kaity Dunstan - deve ancora realizzare il primo vero album, ma si è già dimostrata abile nel disegnare atmosfere, per solito rarefatte ma movimentate al punto giusto, come in "Better Now".



Cloves - "Better Now" (2016)

venerdì 10 febbraio 2017

Sottofondo soft

Nuovo album, "Prisoner", in uscita (17 febbraio) per Ryan Adams, il sedicesimo - alla media di uno all'anno: la prima traccia è "Do You Still Love Me?", un rock potente... con sottofondo soft.



Ryan Adams - "Do You Still Love Me?" (da "Prisoner", 2017)

giovedì 9 febbraio 2017

Le otto montagne


Paolo Cognetti - Le otto montagne (2016)


Il romanzo - dice in sintesi l'autore - “parla di due amici e una montagna”. I due si chiamano Pietro e Bruno, la montagna Grenon. In realtà, leggendo, si incontrano poi anche una montagna di nome Sumeru e altre otto, quelle del titolo. C'è pure qualche personaggio di contorno. La storia però resta semplice, nulla di eclatante, e Cognetti la racconta in modo facile, scorrevole: ma il romanzo, anche per questo, è bellissimo, intenso, profondo.

lunedì 6 febbraio 2017

Da un autunno all'altro

L'ultimo album di Shinedown, "Threat to Survival", risale all'autunno 2015, mentre questo, di "How Did You Love", è l'ultimo videoclip, dell'autunno 2016.



Shinedown - "How Did You Love" (da "Threat to Survival", 2015 - video 2016)

venerdì 3 febbraio 2017

In arte

Michael David Rosenberg, cantautore inglese, è Passenger, in arte: dal suo ultimo album "Young As The Morning Old As The Sea", ecco "Someday", un brano molto delicato.



Passenger - "Someday" (da "Young As The Morning Old As The Sea", 2016)

mercoledì 1 febbraio 2017

Sono Dio


Giacomo Sartori - Sono Dio (2016)



Dio, solitamente in altre faccende affaccendato, guarda giù, osserva le sue creature terrene e rileva che una specie ha preso il sopravvento sulle altre. “Quegli scimmioni che perdevano sempre più peli e si davano sempre più un tono da intellettualini, con quei cuccioli così amorfi e mollicci, inerti bamboloni di mozzarella” sembravano fragili, “e invece con la loro gesuitica furbizia hanno saputo compensare l'inettitudine fisica, e dagli oggi, dagli domani, hanno fatto secchi i vari nemici”, finendo “per imporre la loro implacabile dittatura”. Ora stanno dominando, gli uomini, e anche se “si gargarizzano con i buoni propositi e le belle teorie” e “scrivono montagne di libri edificanti”, “ne combinano di tutti i colori”. Prima che distruggano l'intero pianeta, dovrà intervenire Lui, drasticamente: favorendo la loro, di estinzione. 
Giacomo Sartori, trentino che vive a Parigi, ha scritto un libro molto ironico su un tema molto serio: indotta dal comportamento umano, la sesta estinzione è già in atto, dicono gli scienziati. Volendo, Dio potrebbe darci una mano, ma siamo anche in grado di annientarci da soli.

lunedì 30 gennaio 2017

Trapiantato negli U.S.A

Compositore-cantante-chitarrista, il giovane Hamish Anderson, australiano da qualche tempo trapiantato negli U.S.A., ha esordito con l'album "Trouble" nell'ottobre 2016 : questa è la title track.



Hamish Anderson - "Trouble" (dall'album omonimo, 2016)

giovedì 26 gennaio 2017

Romanzo naturale


Georgi Gospodinov - Romanzo naturale / Natural Novel (1999)


Strano, molto. Il narratore è uno scrittore, forse in crisi, forse soltanto in cerca di una nuova modalità espressiva, che mette giù appunti per un “romanzo naturale” nel quale parlerà di cose concrete, toccate con mano: come della separazione in atto dalla moglie, una faccenda che lo sta destabilizzando e finirà forse per collocarlo nella tristissima categoria degli apatici. “In ogni istante a questo mondo c'è una lunga fila di gente che piange e una più corta di gente che ride. Ma anche una terza fila, che non piange più e non ride più. La più triste delle tre. È di questa che voglio parlare.” Già, magari in modo strano, molto.

martedì 24 gennaio 2017

Promette bene

L'inglese Jo Harman, ottima voce blues rock - nel 2014: "Female vocalist of the year by British Blues Awards" -, si ripropone con il nuovo album "People We Become" in uscita il 17 febbraio. Il primo estratto, "When We Were Young", promette bene.



Jo Harman - "When We Were Young" (sarà in "People We Become", 2017)

giovedì 19 gennaio 2017

A perdifiato


Mauro Covacich - A perdifiato (2003)



“A perdifiato” ha un ritmo incalzante, quello della corsa dell'ex maratoneta che narra e delle giovani atlete che ora allena. Sa il fatto suo, in atletica, Dario Rensich, ma nella vita segue un percorso tracciato male, e procede d'istinto. Così non va bene, è chiaro, proprio la maratona insegna a dosare le forze, a usare la testa oltre che gambe e polmoni: qualche tratto lo puoi pure correre a perdifiato, ma poi devi rallentare. Sulla strada della vita, anzi, si cammina, perlopiù...
Qualche situazione è forse troppo forzata, in questo romanzo, ma la scrittura è davvero buona, c'è una ricca varietà di temi, la tensione si mantiene sempre alta: per me, una lettura molto piacevole, dunque, e Mauro Covacich - con notevole ritardo - una bella scoperta.

lunedì 16 gennaio 2017

A volte basta una canzone


Da "A casa tutto bene", il nuovo album di Brunori Sas in uscita il 20 gennaio,

"Canzone contro la paura": 

"ma non ti sembra un miracolo
che in mezzo a questo dolore
in tutto questo rumore
a volte basta una canzone
anche una stupida canzone
solo una stupida canzone
a ricordarti chi sei"



Brunori Sas - "Canzone contro la paura" (da "A casa tutto bene", 2017)

sabato 14 gennaio 2017

80!


Questo piccolo blog festeggia l'incredibile numero di...




stati del mondo* da cui ha avuto visite!

Auguri, Frabeblog!


* Italia, Russia, Stati Uniti, Germania, Regno Unito, Francia, Ucraina, Polonia, Portogallo, Romania, Repubblica Ceca, Malesia, Paesi Bassi, Israele, Serbia, Lettonia, Indonesia, Ungheria, Spagna, Corea del Sud, Giappone, Australia, Cina, India, Svizzera, Danimarca, Irlanda, Canada, Austria, Bielorussia, Brasile, Marocco, Svezia, Argentina, Belgio, Cile, Venezuela, Slovacchia, Sudafrica, Colombia, Slovenia, Croazia, Bulgaria, Egitto, Perù, Tailandia, Singapore, Finlandia, Monaco, Algeria, Iran, Grecia, Arabia Saudita, Kazakistan, Taiwan, Portorico, Messico, Filippine, Uruguay, Turchia, Togo, Nigeria, Etiopia, Armenia, Georgia, Albania, Hong-Kong, Siria, Montenegro, Emirati Arabi Uniti, Mauritius, Giamaica, Libano, Cambogia, Paraguay, Sri Lanka, Bangladesh, Barbados, Irak, Mali.

giovedì 12 gennaio 2017

Belli entrambi

Chris Robinson Brotherood, il gruppo dell'ex Black Crowes - band scioltasi nel 2010 - Chris Robinson, ha prodotto ben due album nel corso del 2016, "Anyway You Love, We Know How You Feel" e "If You Lived Here, You Would be Home By Now". Dal primo, ecco "Forever as the Moon": brano e video... belli entrambi.



Chris Robinson Brotherood - "Forever as the Moon"
(da "Anyway You Love, We Know How You Feel", 2016)

giovedì 5 gennaio 2017

La masseria delle allodole


Antonia Arslan - La masseria delle allodole (2004)



L'autrice, padovana di ascendenza armena, a partire dai ricordi di famiglia racconta il genocidio di quel popolo ad opera dei turchi nel 1915-1916: un contributo letterario interessante e importante, considerato anche il negazionismo ufficiale del governo turco che perdura a distanza di un secolo, come pure il fatto che parte della storia si svolge ad Aleppo, tuttora scenario di un'immane tragedia. Ma il punto debole del romanzo sta nella scrittura della Arslan, macchinosa e carente nel trasmettere le emozioni suscitate dai terribili eventi.

lunedì 2 gennaio 2017

Tra polvere e promesse


L'anno vecchio se n'è andato, l'abito liso, sporco di polvere...



Lucinda Williams - "Dust" (da "The Ghosts of Highway 20", 2016)


... ed ecco qui l'anno nuovo, fresco e pulito, pieno di promesse.